in collaborazione con 

Premessa

MALDIPALCO giunge all’edizione 2020 e si conferma iniziativa a sostegno e accompagnamento dei percorsi di sviluppo creativo di giovani artisti. 

MaldiPalco vuole essere uno strumento flessibile in grado di leggere la realtà e trovare gli strumenti più adeguati per sostenere il talento e la crescita artistica dei giovani riferita al teatro di prosa.

L'edizione 2020 si svolgerà in collaborazione con la TPE – Teatro Piemonte Europa diretta da Valter Malosti e avrà come madrina la scrittrice Dacia Maraini.

Sarà organizzato da Tangram Teatro in collaborazione con la Fondazione TPE che metterà a disposizione il Teatro Astra per la presentazione dei lavori dei finalisti. Tale collaborazione nasce dall’esigenza di offrire ai giovani attori/attrici under 32 un'ulteriore possibilità di confronto e una vetrina che dia loro una visibilità adeguata.

Il tema dell’edizione 2020

PADRI e FIGLI

l tema dell’edizione 2020 di MaldiPalco è mutuato direttamente da Turgenev che a metà ‘800 titolò così un suo romanzo che poneva per la prima volta in modo esplicito e prepotente il problema del conflitto generazionale. Restando alla letteratura potremmo considerare Turgenev un punto di inizio e Amèlie Nothomb un punto di arrivo con il suo romanzo del 2012 “Uccidere il padre” (anche se ci aveva già pensato Edipo).

La successione tra generazioni è elemento centrale dell’evoluzione dell’umanità e del suo progredire nel tempo. La “trasmissione” di informazioni, conoscenze e competenze è un processo generalmente faticoso e irto di ostacoli dove le individualità mettono in gioco tutte le loro forze per rompere schemi o per resistere.

Padri e Figli va innanzitutto inteso in senso lato, comprendendo anche le differenze di genere tra uomo e donna e può essere analizzato non solo in ambito familiare ma attraversando tutti quei percorsi di evoluzione e di cambiamento che generano inevitabilmente contrasti.  Le fratture e le fughe in avanti che siano familiari, legate a percorsi artistici, a competizioni che riguardano la ricerca scientifica, che modifichino gli equilibri di potere, portano inevitabilmente in sé qualcosa di traumatico.

Il conflitto genera sempre lacerazioni e lascia incomprensioni, parole non dette, rivendicazioni. Lascia sempre vincitori e vinti.

Questa vuole essere semplicemente una traccia per sollecitare e indirizzare progetti di spettacolo che sappiano leggere il presente, capire le dinamiche dei rapporti tra persone, creare occasioni di condivisione di pensieri. 

L'edizione 2020 comprenderà spettacoli, dibattiti e residenze artistiche.

Chiediamo ai giovani attori/attrici che si candideranno a sviluppare il proprio progetto produttivo di aderire a questo tema e di mettere il proprio talento al servizio di una modalità di spettacolo che recuperi la capacità di collegare pensieri, convinzioni, riflessioni intorno al nostro difficile presente.

 


 

Tangram Teatro Torino        

Via Don Orione, 5 - 10141 Torino
tel. e fax 011.338.698

P. IVA 06875150010
CF  97537330017

 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      A

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      AAAAAAAAA

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      AAAAAAAA

  

Dati a cura di Tangram Teatro Torino. L'utilizzo di immagini pubblicate su questo sito è subordinato  ad autorizzazione da richiedere a    torino@tangramteatro.it