16 ottobre 2019 | h. 21.00

17 ottobre 2019 | h. 21.00

TANGRAM TEATRO

BIANCATEATRO - PROGETTO LaRT

CASA MADDALENA 1996

Scrittura di scena ispirata alle Case Magdalene (Magdalene Laundries)
Regia, movimenti e drammaturgia Silvia Battaglio
Interpretazione e testi Greta Fanelli, Francesca Gallo, Giulia Madau,

Alessia Ferrero, Eleonora Monticone, Linda Borello, Lorenzo Paladini,

Emanuele Rebecchini
Suggestioni letterarie "Eclipsed" (Patricia Burke-Brogan)
Suggestioni cinematografiche e documentari storici "Magdalene" (Peter Mullan),

"Sex in a cold climate" (Steve Humphries)
Musiche Bach, Arvo Part, Jan Garbarek, Roberto Murolo
Creazione materiali fotografici Daniele Rizzo, Luca Molinari
Produzione Biancateatro/Progetto LaRT

"Non vi sono colpevoli, né scuse ufficiali, né risarcimenti per oltre le 30 mila ragazze irlandesi ridotte a schiavitù dalla Chiesa cattolica tra il 1922 e il 1996 all’interno degli istituti di reclusione, Magdalene Laundries. Nel 2011 il Comitato contro le torture delle Nazioni Unite fece aprire un’inchiesta per porre luce su quanto accaduto, ciononostante la Chiesa declina ogni responsabilità e lo stato Irlandese nega sotto il peso dell’omertà.

 

L'ultima Casa Magdalene è stata chiusa nel 1996: da più di vent’anni si attende giustizia per tutte quelle donne che da bambine hanno subito uno degli abusi più ignobili da parte della Chiesa cattolica. Sorte con lo scopo di ‘riabilitare’ le fanciulle perdute, le Case Magdalene erano vere e proprie prigioni in cui una moltitudine di ragazze ritenute non accettabili dalla rigida società irlandese, o perché troppo brutte o perché troppo belle o perché ragazze madri o perché vittime di stupro o perché orfanelle, venivano segregate a vita e costrette a fare le lavandaie per più di quindici ore al giorno, rappresentando un vero e proprio affare per lo Stato irlandese coinvolto come committente e per la stessa Chiesa che riceveva laute ricompense a fronte di una manodopera che tutto sommato non costava nulla, a parte il vitto. Al di là della reclusione forzata, dello sfruttamento e dell’isolamento sociale, le Maddalene scontavano non solo la propria diversità, ma anche il danno di vivere in una società preda del fanatismo religioso, subendo torture psicologiche, fisiche e abusi sessuali.

 

Nell’ultimo ventennio, si sono susseguite molteplici denunce per mano di scrittori, registi e musicisti impegnati, tra le opere alle quali ci siamo affidati per la costruzione del lavoro vorrei segnalare Eclipsed il romanzo di Patricia BurkeBrogan; Sex in a cold climate il docufilm diretto da Steve Humphries che nel 1998 sollevò il velo della menzogna attraverso il toccante racconto di alcune donne, ex lavandaie, ormai anziane e scampate alle Case; Magdalene di Peter Mullan che, nel 2002 col suo meraviglioso film, ricevette il Leone D’Oro a Venezia e venne condannato senza riserve dal Vaticano. Casa Maddalena 1996 non è uno spettacolo che vuole raccontare una storia con un lieto fine, e nemmeno una fine, perché ad oggi le Maddalene Laundries rappresentano uno di quei casi della storia aperti e irrisolti.

 

Casa Maddalena 1996 vuole solamente portare in scena un pezzetto di esistenza, un respiro, una traccia, in memoria di tutte quelle ragazze vittime di un potere che spesso e volentieri, ancora oggi, fa della Chiesa un luogo di abuso e violenza."

Silvia Battaglio

Tangram Teatro Torino        

Via Don Orione, 5 - 10141 Torino
tel. e fax 011.338.698

P. IVA 06875150010
CF  97537330017

 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      A

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      AAAAAAAAA

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA                                      AAAAAAAA

  

Dati a cura di Tangram Teatro Torino. L'utilizzo di immagini pubblicate su questo sito è subordinato  ad autorizzazione da richiedere a    torino@tangramteatro.it