Festival Teatro & Letteratura

A CENA CON DANTE
Tra storia, cibo, letteratura e musica un divertissement teatrale
con Bruno Gambarotta

domenica 1° agosto  ore 18,00

FORTE DI EXILLES

In collaborazione con i progetti

Maestri del Gusto di Torino e provincia
e
Torino DOC

Sete di sapere? Fame di conoscenza? Divorare un buon libro?

Guardate quanti incroci tra cibo e letteratura!

E potemmo continuare a lungo: … bersi il cervello …masticare le parole …

Ma facciamo continuare Bruno Gambarotta che con la sua ironia va alla ricerca di cosa fosse per i contemporanei di Dante il cibo, come si preparava, come si consumava.

 

Ci accompagnerà in questo viaggio la Camera di commercio di Torino che con i suoi progetti “I Maestri del Gusto” e “Torino DOC” promuove e valorizza le eccellenze del nostro territorio. E a proposito di “Maestri del Gusto” sarà con noi L’azienda Agricola Il Brusafer  per raccontarci come questo territorio di montagna può regalarci prodotti straordinari: oli essenziali, natural food, tisane. Tutti coltivati secondo rigorose regole che arrivano, proprio come un capolavoro letterario, dai tempi antichi e che sono le nostre radici.

Ed è a questo punto che faremo di nuovo ricorso a Bruno Gambarotta perché ci spieghi come fare a non finire… nel cerchio dei golosi.

​​

… Forse non tutti sanno che

 

 

AL FORTE DI EXILLES IL “TERZO PARADISO IN FIORE”

Undicimila lavande in fiore: uno spettacolo di profumi e colori 

 

 

COS’È IL TERZO PARADISO?

È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Questo paradiso è fatto di bisogni artificiali, di prodotti artificiali, di comodità artificiali, di piaceri artificiali e di ogni altro genere di artificio. Si è formato un vero e proprio mondo artificiale che, con progressione esponenziale, ingenera, parallelamente agli effetti benefici, processi irreversibili di degrado e consunzione del mondo naturale. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell’umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura.
Terzo Paradiso significa il passaggio a uno stadio inedito della civiltà planetaria, indispensabile per assicurare al genere umano la propria sopravvivenza. A tale fine occorre innanzi tutto ri-formare i principi e i comportamenti etici che guidano la vita comune.

Il Terzo Paradiso è il grande mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale. Il termine paradiso deriva dall’antica lingua persiana e significa “giardino protetto”. Noi siamo i giardinieri che devono proteggere questo pianeta e curare la società umana che lo abita.
Il simbolo del Terzo Paradiso, riconfigurazione del segno matematico dell’infinito, è composto da tre cerchi consecutivi. I due cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità.

 

Così Michelangelo Pistoletto presentava alcuni anni fa la sua “creazione” al Forte di Exilles.
Creazione che oggi viene curata dall’Azienda Agricola Il Brusafer (Maestro del Gusto).
 

 

Oggi più che mai, in questo periodo difficile che ci ha messo tutti alla prova, è necessario saper guardare alla realtà non per settori ma nella sua interezza.  Legare il nostro lavoro teatrale su Dante Alighieri con le tradizioni e le innovazioni in campo agro-alimentare è la prosecuzione di una serie di lavori che Tangram Teatro ha prodotto in questi anni con Agroinnova Centro di Competenza dell’Università di Torino che promuovevano, all’interno di progetti europei la salute unica, quella “One Health” che nel dopo pandemia sarà un percorso obbligato.


Ma c’è un altro motivo che per noi è importante. Il Forte di Exilles, come il Forte di Fenestrelle altra sede del Festival, è una struttura militare, nata per la guerra in tempi diversi dal nostro. Riconvertire la funzione di questi luoghi che diventano luoghi di cultura, di poesia, di musica, di incontro è il nostro obiettivo. E siamo orgogliosi che questi luoghi possano raccontare le eccellenze produttive del nostro territorio.

terzo paradiso.jpg
an-egg-supports-the-weight-of-a-large-bo
pistoletto.jpeg