LOGO MALDIPALCO 2022b copy.jpg

E' un progetto articolato con l’obiettivo di offrire a giovani attori ed attrici opportunità di realizzazione di progetti produttivi originali. L’edizione 2022 completa il percorso di ripresa graduale di un’attività che si è dovuta rimodulare nei due anni di limitazioni dovute alla pandemia.

 

 

Quando nel 1990 abbiamo dato vita a Tangram Teatro, non immaginavamo quante e quali strade avremmo percorso. Sapevamo però di voler utilizzare il teatro come lente di ingrandimento per osservare la realtà che ci circonda, entrare nelle contraddizioni e nelle ferite del nostro presente.

Lo abbiamo fatto per tanti anni, toccando temi anche molto delicati appartenenti alla sfera personale, a quella sociale e anche politica.

E’ per questi presupposti che MaldiPalco, nato nel 2012, ha sempre rivolto l’invito a giovani artisti e/o compagnie di lavorare su progetti produttivi rivolti alla lettura della contemporaneità.

ITALIA FRAGILE è la sollecitazione che abbiamo proposto quest’anno ad alcune compagnie e artisti che MaldiPalco ha sostenuto negli anni scorsi (pre-pandemia). 

 

Che il nostro paese sia fragile è ovvio. Fragile perché senza memoria, instabile politicamente, sempre attraversato da pregiudizi. Fragile perché la legalità troppo spesso non è un valore. Fragile perché diritti civili  elementari sono ancora oggetto di discussione e quelli conquistati devono essere ridiscussi. Fragile nei rapporti interpersonali sempre attraversati da crisi, mancanze di sicurezza, di lavoro, di assistenza.   Intendiamoci, il nostro è un paese civile e straordinario ma irrisolto e spesso incomprensibile.

Nel 2022 ricorre il centenario dalla nascita di Pasolini che diceva che siamo un paese senza memoria, allergico alla coerenza, con vizi ciclici che si ripetono.

MaldiPalco 2022 inizia proprio da Pasolini, osservando il segno profondo lasciato da uno degli ultimi intellettuali che hanno inciso nella coscienza sociale della nostra nazione.  Ed è un vero e proprio motivo di orgoglio poter aprire questa edizione con la presenza di Dacia Maraini, ultima testimone di quell’irripetibile fermento culturale della seconda metà del novecento. CARO PIERPAOLO non è solo una testimonianza, ma è la volontà di entrare in una rete di rapporti umani illuminati da un fermento creativo e culturale di cui l’Italia di oggi avrebbe davvero bisogno.  Poi quattro spettacoli che ci proiettano nella realtà di oggi. Il laboratorio permanente di Silvia Battaglio che con ORFANI DI VENTO indagherà con sei giovani attori il tema della famiglia analizzato attraverso il mito di  Ifigenia.  Paola Giglio e Matteo Prosperi tornano a MaldiPalco presentando INTERNO CAMERA un lavoro che tratta il tema della stanchezza fisica emblema della stanchezza di una generazione in difficoltà e di un paese arenato sulle secche dell’indifferenza. Celeste Gugliandolo e Cinzia Sità cercano invece nuove prospettive con NUBILA immergendosi dentro l’eco di linguaggi come il canto e la danza mezzo per attraversare un pensiero ma allo stesso tempo approdo di un viaggio. E poi infine Serena Ferraiuolo che con un testo di Viola Lucio  mette in scena un ALCESTI proiettata nel nostro tempo fatto di muri e barriere che contengono le nostre relazioni personali e sociali.

con il sostegno di

MIC.jpg
REGIONE PIEMONTE
logo_citta_torino.jpg
TAP Torino Arti Performative.jpg

e in collaborazione con

CIRCOLO LETTORI.png
info 5.jpg

INFO Tangram Teatro - Via Don Orione 5 – Torino  tel 011.338698 | 331.7819054 www.tangramteatro.it  |  torino@tangramteatro.it

Festival Teatro & Letteratura         2022