biglietteria rivolta a sx SENZA TESTO.png

Tangram Teatro

dal 22 ottobre al  7 novembre 202

IN VIAGGIO CON DANTE

concertato per voce sola

dalla DIVINA COMMEDIA  di Dante Alighieri

Musiche Gianluca Misiti

Con Bruno Maria Ferraro

Messa in scena  Ivana Ferri

 

Sound designer Massimiliano Bressan

Montaggio immagini Gianni De Matteis

Collaborazione tecnica Davide Caleri

Organizzazione Mary Rinaldi  Roberta Savian

 

Ufficio Stampa Tangram Teatro Torino

 

Produzione Tangram Teatro

con il sostegno del Ministero della Cultura
e della Regione Piemonte

Spettacolo realizzato con il patrocinio del

IN VIAGGIO CON DANTE  nella foto Bruno Maria Ferraro (ph Manuela Gomez) sm.jpg
Dante_Alighieri_13_intestata copy2.jpg

Entriamo nei versi di Dante in punta di piedi.

Come si entra in una imponente cattedrale che toglie il fiato.

 

In questa magnifica architettura letteraria portiamo in dote “gli strumenti” del teatro e anche la nostra lunga frequentazione del rapporto tra musica e letteratura.

 

IN VIAGGIO CON DANTE è frutto di un lungo lavoro di ricerca sulle incursioni che tante forme d’arte hanno attuato nella Divina Commedia ma in questo spettacolo abbandoniamo volutamente qualsiasi forma di introduzione e spiegazione  del testo  per privilegiare la musicalità dei versi e la costruzione di un ambiente emotivo.

 

Il nostro “viaggio” inizia naturalmente dal I canto per portarci poi al III (ignavi). Accompagniamo Dante nell’incontro con gli antichi poeti e gli “spiriti magni” (canto IV) per poi incontrare in successione Francesca da Rimini (canto V), Farinata e Cavalcanti (X), Pier della Vigna (XIII), Ulisse (XXIV), Ugolino (XXXIII) arrivando al percorso di uscita dall’inferno (XXXIV).  Il viaggio si conclude poi con l’ultimo canto del Paradiso.

 

L’interpretazione è affidata a Bruno Maria Ferraro, attore e musicista che nel 2011 ha ottenuto la Medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica per il suo lavoro sulla canzone d’autore a teatro.  Ferraro presta la voce all’io narrante che attraversa (per dirla con Shakespeare) quel luogo dal quale nessun viaggatore ritorna.
Massimiliano Bressan è il sound designer che ha creato l’ambiente sonoro nel quale abitano le parole del poeta in questo spettacolo utilizzando le musiche originali di Gianluca Misiti autore di numerose colonne sonore per il cinema e il teatro che nel 2017 ha ottenuto il prestigioso Premio Ubu per il miglior progetto sonoro. La regia è affidata a Ivana Ferri che negli ultimi anni ha collaborato, tra gli altri, con Roberto Vecchioni, Vittorino Andreoli, Dacia Maraini, Claudio Magris.