top of page

IVANA FERRI – CELESTE GUGLIANDOLO
PATRIZIA POZZI – BRUNO MARIA FERRARO

 

WINDBLOW

la poesia della terra

 

 

scritto e diretto da  Ivana Ferri​
Con Celeste Gugliandolo,  Bruno Maria Ferraro, Patrizia Pozzi
​Musiche eseguite da Massimo Germini
Scene e luci Lucio Diana

Musiche di Neil Young, Lucio Dalla Roberto Vecchioni, Ivano Fossati, Louis Armstrong.

Riferimenti letterari Mariangela Gualtieri e Giuliano Scabia.

 

Arrangiamenti musicali Massimo Germini.

Montaggio video Gianni De Matteis.

Direzione tecnica Massimiliano Bressan.

Organizzazione Francesca Gallo.

 

Produzione Tangram Teatro

con il sostegno del Ministero della cultura e Regione Piemonte.
 

Se l’ago della bussola della ricerca scientifica è sempre più puntato sul concetto di One Health, (la salute unica) forse dovremmo spostare nella stessa direzione i nostri sentimenti, la consapevolezza, la cura e il rispetto. Guardare il punto dove convergono uomini, piante e animali. Siamo “un corpo unico” che cresce, respira e procede in un’unica direzione. Ce lo dicono indirizzi filosofici o religiosi, ce lo dice oggi  la scienza. Ivana   Ferri costruisce su queste basi uno spettacolo delicato e poetico che parla della natura in modo originale e non scontato. Un’immersione nel significato più profondo di cosa vuol dire il rispetto per l’ambiente che ci circonda e per le relazioni tra uomini e tra uomo e ambiente.

Ci sono tanti modi di parlare di ambiente e di natura, di ricerca scientifica e della sempre più stretta rete di relazioni che lega “noi umani” al mondo animale e vegetale. Agroinnova Centro di Competenza per l’Innovazione in campo agro-ambientale dell’Università di Torino, ha voluto richiamare l’attenzione sull’importanza della ricerca scientifica e sensibilizzare il pubblico sui temi dell’ambiente affidando alla regista Ivana Ferri questo delicato tema

E’ nato così  WINDBLOW – la poesia della terra prodotto da Tangram Teatro


In scena Celeste Gugliandolo, Bruno Maria Ferraro, Patrizia Pozzi con le musiche eseguite dal maestro Massimo Germini attraversano i testi di Mariangela Gualtieri e di Giuliano Scabia, incontrando alcune tra le più belle pagine della canzone d’autore che portano le firme di Lucio Dalla, Neil Young, Ivano Fossati, Roberto Vecchioni. Luci e scene sono di Lucio Diana.

E’ un breve viaggio che ci porta fino al punto dove scienza e poesia si incontrano, dove uomo e natura si confondono e dove prosa e musica diventano un “canto” unico che culla la parte più profonda e limpida di noi, quella bambina. 

20 luglio | 17 agosto 2024

Follow

Ingresso libero

 

Info:  

Ufficio turistico di Fenestrelle  

0121 928053

FENESTRELLE  
campo sportivo
sabato 3 agosto  h 21.00 

 

bottom of page